• 1.jpg
  • 2.jpg

Antichi Sapori

Condividi

logoAzienda: Antichi Sapori
Indirizzo: Via S. Silvestro 89
Città: Troina (EN)
Tel.: 0935653944
Fax: 0935653944
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 

 

L'Azienda

aziendaAntichi Sapori è un’azienda a conduzione familiare, sita a Troina, un piccolo  paese nel cuore della Sicilia e facente parte del Parco dei Nebrodi. L’azienda, condotta da Antonino Rizzo, produce prodotti artigianali da forno:  si tratta in prevalenza  di dolci che una volta venivano preparati solo in periodi particolari dell’anno e per le grandi occasioni.

Oggi, invece,  sono commercializzati tutto l’anno. L’azienda segue un modello di lavorazione artigianale, scegliendo con cura le materie prime e i processi di lavorazione, facendo attenzione alla certificazione della tracciabilità. Tutto ciò ha contribuito negli anni a garantire il perfezionamento di ogni singolo prodotto.

I prodotti di Antonino non contengono né coloranti , nè conservanti, e alcuni di essi sono idonei anche al consumatore celiaco. L’azienda è fornita di attrezzature e macchinari per la conservazione e il confezionamento dei prodotti, inoltre, dà ampio spazio a nuove preparazioni con l’uso di farina di grani antichi a rischio di estinzione (Timilia, Maiorca).

 

 

Alcuni prodotti

vastedda cu sammucuVastedda cu sammucu
La ”Vastedda cu sammucu” denominata  anche “vastedda ‘nfigghiulata”, è una focaccia tipica degli ambienti agro-pastorali, prodotta esclusivamente  a Troina. Il termine  “vastedda” assume il significato di focaccia o scacciata, prendendo origini dal francese antico “gastel” , con riscontri anche nel normanno “guastel” e “wastel”.
E’ di forma tondeggiante ed è farcita con tuma fresca e salame. La sua caratteristica principale è quella di essere insaporita e aromatizzata con i fiori dell’albero del sambuco ( in siciliano “sammucu”), pianta arbustiva
appartenente alla famiglia delle Caprifoliace che cresce spontanea o coltivata.
L’impasto viene eseguito in maniera energica mescolando la farina di grano duro, strutto, uova intere, latte, sale, acqua, aggiungendo il lievito e i fiori di sambuco, fino ad ottenere una pasta molle e plasmabile, che dovrà lievitare per circa un’ora.
Successivamente si dispone una parte dell’impasto in una teglia, si farcisce con uno strato di salame e tuma, si copre con l’altra metà dell’impasto e si cosparge con i fiori di sambuco, verdi o essiccati.  Si procede con la cottura nel forno fino ad ottenere una crosta dal caldo colore bruno.
Inizialmente il prodotto veniva preparato in ricorrenza di particolari occasioni e durante le tradizionali feste di fine primavera in onore di S.Silvestro, Patrono della Città e in coincidenza alla fioritura del sambuco.  Oggi, grazie alla fortissima richiesta, viene lavorata e commercializzata tutto l’anno.
E’ ideale da presentare come antipasto o come sostituto di un pasto completo. Può essere servita fredda o riscaldata nel microonde.  L’apporto calorico medio per 100 g di prodotto è stimato in circa 280 kcal.
È un prodotto tradizionale inserito nell’elenco del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali (D.M.350 DEL 08-09-1999).
Prodotto inserito nella comunità del cibo della rete di Terra Madre di Slow Food.

 

paste di mandorlaPaste di mandorla
Nella tradizione della pasticceria siciliana, la pasta di mandorla ha sempre rappresentato il dolce per eccellenza , per la fragranza e la delicatezza del suo gusto.

E’ un dolce di forma rotonda a base di mandorle tritate, senza glutine. La sua lavorazione avviene in maniera totalmente artigianale, utilizzando mandorle della zona, selezionate accuratamente, senza aggiunta di coloranti e conservanti.

Le mandorle, pelate e tritate, vengono amalgamate con lo zucchero e l’albume d’ uovo, fino ad ottenere un impasto omogeneo e morbido. Con l’aiuto delle mani si formano delle piccole palline che vengono fatte rotolare sullo zucchero a velo, dandogli la forma desiderata. Disposte in delle teglie si procede alla cottura in forno.

Presentano  una  consistenza morbida e compatta, dal sapore delicato di mandorle caramellate. Può essere un ottimo spuntino o un ottimo dessert da consumare a fine pasto accompagnato da vino liquoroso. Sono soprattutto dolci che una volta venivano preparati esclusivamente in particolari periodi dell'anno o per le festività ma grazie alla loro popolarità sono richiestissimi tutto l'anno. Confezionate in semplici buste sigillate, riescono a conservare fragranza e gusto per diverse settimane.  Vanno conservate in  luogo fresco e asciutto e al riparo da fonti di calori e luce

 

paste di pistacchioPaste di pistacchio
Le paste di pistacchio sono una variante delle classiche  e tradizionali paste di mandorla, poiché l’unico elemento predominante è il pistacchio.

Sono morbidi dolcetti, dalla forma tondeggiante, ottenuti utilizzando solo pistacchi della zona, accuratamente selezionati.I pistacchi, sgusciati e tritati, vengono amalgamati con lo zucchero e l’albume d’uovo, fino ad ottenere un impasto omogeneo e morbido. Con l’aiuto delle mani si formano delle piccole palline che vengono fatte rotolare sul pistacchio tritato finemente, dandogli poi  la forma desiderata. Si posizionano i dolcetti su teglia  e si procede alla cottura in forno. Presentano una consistenza morbida e compatta dall’odore inconfondibile di pistacchi caramellati.

Si possono gustare in qualsiasi momento della giornata, come spuntino o dessert da consumare a fine pasto accompagnato da vino liquoroso o una tazza di tè. Confezionate in semplici buste sigillate, riescono a conservare fragranza e gusto per diverse settimane. Conservare in luogo fresco e asciutto e al riparo da fonti di calori e luce.  Il prodotto non contiene né OGM, né glutine.

 

Video